WROCŁAW-WROCLOVE

di Mara Giacalone

Ma però (8)

“La Pologne? La Pologne? Deve esserci un freddo terribile, vero?”
W. Szymborska

Cosa potrebbe spingere una ragazza ad andare un mese in Polonia? Tante cose, forse troppe. Cercherò di mostrarvene qualcuna presentandovi Wrocław.

10654051_10203452733733364_1159852698_n

In italiano la chiamiamo Breslavia (dal tedesco Breslau) e si trova nella regione della Slesia, relativamente vicino al confine con la Repubblica Ceca e la Germania. Conta circa 640.000 abitanti.
Al di là di questi dati meramente tecnici, quello che deve spingervi a sceglierla come meta per il vostro prossimo weekend fuori porta è il suo fascino magnetico.
Wrocław è la città ideale per tutti, qualsiasi siano i vostri gusti: sia che vi accontentiate di poco, sia che cerchiate sempre qualcosa di particolare ed intrigante. Se cercate il divertimento, un rifugio romantico, un posto verde e tranquillo, un posto festaiolo pieno di club, un posto alternativo, un posto per una famiglia con bambini…Vi innamorerete di lei, del suo calore, del suo entusiasmo: è una città che vi sa parlare, se siete disposti ad ascoltarla. Vi racconterà la sua storia, di come è sempre stata sballottata tra le altre potenze europee, vi narrerà della sua identità ritrovata, di come oggi è una città multietnica. Vi ammalierà con i suoi angoli pittoreschi e romantici, vi divertirà con i suoi spettacoli. Wrocław vi darà sempre tutto quello di cui avete bisogno, basta chiederglielo.
10706464_10203452753053847_526616074_nPunto principale, nonché cuore pulsante della città è la piazza del Rynek, ovvero la piazza del municipio. Non conviene immaginare una piazza come le nostre, vuota in mezzo e gli edifici tutt’intorno: il Rynek si trova esattamente al centro della piazza e per poterne vedere tutti e quattro i lati bisogna armarsi di pazienza e circumnavigarlo; non esagero utilizzando questo verbo, è davvero grande e ci impiegherete un bel po’ di tempo, anche perché nel mentre sarete sicuramente rapiti da qualche evento culturale o da qualche artista di strada, un musicista oppure l’uomo delle bolle di sapone (a cui non sa resistere nessuno, grandi e piccini!). Questa piazza è l’ideale anche per una sosta gastronomica: ci si trova di tutto. Ci sono ristoranti greci, italiani, messicani, giapponesi, fastfood americani e ovviamente posti con cucina locale. Uno fra tutti, la Pierogarnia “Stary młyn”: qui potrete trovare numerosissime varianti di pierogi, piatto tipico polacco, simile a dei ravioli (l’impasto è completamente diverso, ma è un paragone passabile) che possono contenere qualsiasi cosa: dal formaggio, alla carne, alle verdure, alla marmellata. WROCŁAW-WROCLOVEDirettamente collegata alla prima c’è Plac Solny (la “piazza del sale”) dove oggi ci sono moltissime bancarelle che vendono fiori, coloratissima! Dalla piazza del Rynek poi molto velocemente si giunge all’università, dove una tappa obbligatoria è la visita all’ “Aula Leopoldina”, l’aula barocca in onore di Leopoldo I Asburgo. Lasciandoci alle spalle l’università giungiamo invece nell’altro cuore di Wroclaw, la sua isola: “Ostrów tumski”. Si tratta di un’isola circondata dall’acqua dell’Oder, il fiume principale che attraversa la città: qui troviamo la cattedrale in stile gotico, riconoscibile per i suoi due campanili e dedicata a San Giovanni il Battista. Questo borgo vecchio, che non fu distrutto durante la guerra, offre scorci molto interessanti per chi è in cerca di romanticismo: anche qui troviamo un ponte cui sono attaccati i lucchetti delle coppie felici (ci ricorda qualcosa?!). Ma è il posto ideale anche per i sognatori: ogni sera, quando inizia ad imbrunire, passa un lampionaio ad accendere le vecchie lanterne.

10668775_10203452732653337_1540657777_n

Proprio al limitare di questa zona troviamo poi il parco botanico: molto grazioso, romantico, con mille profumi, un laghetto e tante panchine per riposarvi, leggere un libro o semplicemente scambiare due chiacchiere. Wrocław è una città molto verde: ha infatti numerosi parchi, tra cui un bellissimo giardino giapponese all’interno di Park Szczytnicki, il più grande e vecchio parco della città (fondato nel 1785), che si snoda in mille sentierini dove il perdersi risulta molto facile. Vicino troviamo l’Hala Stulecia e la sua grandiosa fontana multimediale: qui ogni sera si può assistere a giochi di luce e acqua. Si tratta di uno spazio molto sfruttato perché tutt’intorno alla fontana si svolgono manifestazioni, c’è musica, si può giocare a volano, ci sono chioschi che vendono la buonissima zapiekanka: parte di baguette condita con funghi, formaggio e, sostanzialmente, qualsiasi cosa voi vogliate: dal prosciutto, alla verdura, alla carne.

Ma quello che colpisce in questo luogo è la costruzione alle spalle della fontana: la Sala del Centenario (Hala Stulecia). Questa costruzione fa parte del patrimonio dell’UNESCO dal 2006 ed è usata per i più svariati motivi, dai concerti agli incontri sportivi…anche se ciò che lascia davvero basiti, se si entra, sono le sue dimensioni: il suo diametro interno è di 65 metri. Sedersi sotto questa volta enorme regala una sensazione davvero straordinaria: da una parte ci si sente grandi, se si pensa a cosa l’uomo è in grado di costruire, dall’altra infinitamente minuscoli e, soprattutto, come se si fosse intrappolati sul fondo di una bottiglia.
Ma torniamo all’esterno. 10706532_10203458068746736_1475560232_nEsattamente di fronte troviamo lo zoo: una visita vi porterà via l’intera giornata! E le cose da fare all’aperto non sono finite: se siete amanti dello sport non potrete perdervi un giro in kayak: lungo il fiume ci sono diversi punti in cui potete noleggiarlo. Ma se preferite il relax vi consiglio un giro in barca: ci sono diverse opzioni, dalle traversate lunghe a quelle più brevi ma il riposo è garantito in tutti i casi e, se siete amanti della fotografia, questo vi fornirà un’angolazione del tutto privilegiata per i vostri scatti. O ancora: vi piacciono le visite culturali? Avete solo l’imbarazzo della scelta tra tutti i musei che ci sono in città: museo nazionale, museo di storia naturale, museo geologico, museo dei principi Lubomirski, museo Arcivescovile… Non da ultimo, Wrocław è stata scelta come città europea della cultura per il 2016.
E: non temete, amanti dello shopping! Troverete pane per i vostri denti: Galeria Dominikanska e Pasaż Grunwaldzki vi aspettano con i loro interminabili negozi, qualsiasi sia il vostro stile e il vostro budget.
Bisogna ammetterlo, di cose da fare di giorno ce ne sono tante, fin troppe. E di sera? La situazione non cambia molto, per fortuna. Privilegiati sono i ragazzi tra i 18 e i 30: pub, club, bar, discoteche…tantissimi posti, per tutti i gusti. Ma anche per i più “grandi” c’è sempre qualcosa da fare, perché davvero l’organizzazione di eventi culturali è sorprendente.

Ho lasciato per ultima quella che è diventata una delle maggiori attrazioni della città: i nani! Oggi sono diventati un simbolo e un divertimento per i turisti (potete pure scaricare l’app per cercarli tutti) ma bisogna anche capire il loro significato storico. Le raffigurazioni nacquero durante l’opposizione al governo comunista, quando gli slogan dell’Alternativa Arancione (movimento di opposizione) venivano cancellati: al loro posto iniziarono a comparire graffiti di gnomi con il chiaro intento di ridicolizzare il potere centrale. Oggi queste immagini sono state riprese e valorizzate, facendole diventare il simbolo della città: li si può trovare ovunque e sono tutti diversi.
Ci sarebbero altre mille parole da spendere su Wroclove, così la chiamano gli abitanti, ma, forse, è più semplice partire e viverla.

Solo qualche ultimo consiglio. Provate le birre: le potete chiedere con il succo di lamponi, con i succo di zenzero, con il miele o al gusto di caramello. Non ne resterete delusi!
E non preoccupatevi per il vostro portafoglio: soggiorno low cost assicurato!

Gallery

 

Qui una testimonianza: http://unitalianoawroclaw.blogspot.it


2 thoughts on “WROCŁAW-WROCLOVE

  1. Benvolguda Mara, llegir-te ha sigut com tornar a sentirte parlar, quina alegria! I he entés (o comprés) tot l’article encara que semble mentira! Sense dubte Wrocław és una ciutat meravellosa, has escrit un article molt llarg i encara falta molta cosa per dir 🙂

    L’única cosa que puc dir és que una volta que vas, t’enamores. Tornarem? Clar que sí, dessitge que siga tots junts però si no, siga com siga tornarem a Breslavia 🙂

    Molts besos des d’Alacant 😉

Lascia un commento