Consigli di letture poetiche per l’estate

di Victor Attilio Campagna

Non capitano mai consigli di raccolte di poesia da leggersi in vacanza, perciò ho pensato, come arrivederci a Settembre, a un piccolo elenco di libri, contemporanei e non, di poesia da leggere sotto l’ombrellone (e non il solito romanzo, che, diciamocelo, sta diventando mainstream):

– Maurizio Cucchi, Malaspina, Mondadori: una raccolta intensa, ma scritta con un piglio tale da leggerla in poche ore. Ha vinto il premio Bagutta 2014.
– Valerio Magrelli, Il Sangue Amaro, Einaudi: una raccolta spietata che varia di argomento e di tematiche, vere e proprie satire su un mondo che, visto in versi, si schiude per quel che è davvero: amaro.
– Osip Mandel’stam, Ottanta poesie, Einaudi: da molti considerato Il Poeta Russo per eccellenza è un must da leggere per chi ama la poesia, ma anche per chi ama l’intensità della parola.
– Giancarlo Majorino, Autoantologia, Garzanti: non conoscere Majorino, soprattutto per un milanese, è un delitto, non leggerlo un’onta.
– Giovanni Giudici, Tutte le poesie, Mondadori: è uscito di recente un volume con tutte le sue poesie ad un prezzo accessibile, 20 € – sì, non è esattamente economico, ma rispetto al Meridiano, che, ahimè, ho preso poco prima che uscisse l’edizione economica, vi assicuro che lo è, lo è eccome! Grandissimo poeta milanese, che non è abbastanza noto al grande pubblico, nonostante la sua indiscutibile grandezza.
– Paul Celan, Oscurato, Einaudi: poesie d’amore, stupende, del poeta rumeno che ha sempre scritto in tedesco – particolare non da poco, vista la sua terribile infanzia (vedi nazismo). Un primo passo per entrare nel mondo di quello che è ritenuto da molti il più grande poeta del ‘900.
– Vladimir Majakovskij, Poesie, BUR: s’ha da leggere.
– Yves Bonnefoy, Nell’insidia della soglia, Einaudi: raccolta di poesia tra le più famose del poeta francese, tuttora vivente, e che ha segnato molto la poesia contemporanea con i suoi versi.
– Maria Luisa Spaziani: visto il suo recente decesso, trovo giusto renderle onore citandola in questa lista di consigli di lettura. Vi dico solo che aveva rapporti sentimentali e di stima reciproca con Montale…

10559235_10203053349947731_986594794_n

Non abbiatemene se non ho citato Zanzotto, Caproni, Luzi, Bertolucci, Eliot, Yeats, Dylan, Strand, De Angelis e tanti altri… Ho voluto in questa lista portare avanti soprattutto quei nomi nuovi a chi non frequenta tanto il linguaggio poetico – ossia il pubblico che cerco – quindi ho cercato dei titoli che fossero non solo accessibili, ma soprattutto contemporanei, perché la poesia non si studia solo a scuola: si fa. E non in chissà quale anfratto: Milano è ancora la capitale della poesia contemporanea e dobbiamo riconoscerla anche e soprattutto per questo.


Lascia un commento